13/09/2017

KUNG FU

Se sei forte come una tigre veloce come un leopardo,

fluido come un serpente e tecnico come una gru,  allora puoi definirti un drago.

 Il rispetto, l’umiltà, l’amore, l’impegno e la perseveranza

sono le cose che ci conducono alla via della saggezza.


Nella sezione Kung Fu della palestra A.S.D. Borgo Prati-Roma 1899

Corsi e lezioni pratiche

del maestro Maestro Stefano Tirotto (lacompagniadeldrago@gmail.com)

 

 

Orario lezioni 

Corso Adulti:      Martedì / Giovedì -ore 21:00/22:30      Sabato -ore 15:30/17:00

 

 

Il Kung fu Interstile Lam Pak Sanda

Le caratteristiche


Le arti marziali nacquero originariamente per finalità prevalentemente belliche e di difesa personale. Nei tempi moderni invece sono state accentuate separatamente le varie specificità che le costituiscono: tecniche tradizionali, difesa personale, combattimento sportivo e pratica ginnica. Ci sono arti marziali che addirittura si sono quasi totalmente concentrate su una sola di queste peculiarità, trasformandosi ad esempio in sport olimpici, in metodi di autodifesa o in discipline salutistiche, ma tralasciando tutti gli altri aspetti fondamentali. Il Kung Fu Interstile Lam Pak Sanda invece è rimasto fedele alla via antica e non ha perso la sua natura originaria di arte marziale. Tutto è finalizzato alla difesa fisica dell’individuo e la stessa tecnica tradizionale, che fa parte dell’allenamento formale, risulta efficace anche in situazioni di difesa personale o di combattimento sportivo: nel Kung Fu Interstile Lam Pak Sanda tutto è essenziale, efficace e completo. Per lo stesso motivo il Kung Fu Interstile Lam Pak Sanda comprende tecniche come: proiezioni, leve e lotta che successivamente hanno poi costituito la specializzazione delle altre arti marziali, ma che in origine erano il bagaglio di ogni combattente.

Le origini


Il Kung Fu è un’arte marziale cinese millenaria, che nel corso dei secoli si è sviluppata attraverso decine di stili di combattimento: essi si differenziano profondamente tra loro, pur conservando tutti un unico nucleo originario. I fattori che hanno portato a tale divisione sono dovuti a peculiarità geografiche, antropomorfiche, storiche, religiose, filosofiche e culturali. Si sono così strutturati numerosi stili principali, detti tradizionali, riconoscibili per forma ed espressione: a questi se ne sono aggiunti altri, detti di famiglia, evoluzioni personalizzate di quelli tradizionali e che si tramandano all’interno di un nucleo familiare o di maestro in maestro. Uno di questi stili di famiglia fu introdotto in Italia negli anni ’80 dal Maestro Choo Kang Sing ed è chiamato Lam Kiun Pak Toi (in cinese “pugno del Sud, calcio del Nord”): esso utilizza elementi sia degli stili del Nord della Cina (caratterizzati dal frequente uso di calci e da posizioni ampie e fluide), sia degli stili del Sud della Cina (ove si fa maggior uso delle braccia e di posizioni corte e potenti). Si narra che questo stile sia stato fondato da un generale cinese che, dopo aver studiato vari metodi di combattimento presso diverse scuole, ha poi sintetizzato le differenti tecniche e metodologie in un unico stile. Il Lam Kiun Pak Toi è tuttora tramandato dalla famiglia Choo che ne resta unica titolare.

La nascita dell’ Interstile Lam Pak Sanda


Il Maestro Alessandro Sori, dopo anni di pratica del Judo e del Karate, inizia a studiare l’arte del Kung Fu con il M.° Choo Kang Sing nello stile Lam Kiun Pak Toi presso la palestra Fiamma Yamato di Roma. Dopo alcuni anni, avvia un lungo e personale percorso presso altri maestri sia in Italia che all’estero, arricchendo il suo bagaglio tecnico e culturale.

Ciò lo porterà a sviluppare uno stile di Kung Fu che chiamerà INTERSTILE LAM PAK SANDA, nome che racchiude in sé:

LAM PAK: è la radice originaria del Lam Kiun Pak Toi, da cui si differenzia per le innovazioni e le elaborazioni introdotte autonomamente;

INTERSTILE: perché pratica l’apertura a stili, arti e tecniche differenti per l’acquisizione di un bagaglio tecnico il più ampio possibile, così da essere in grado di adattarsi alle situazioni e all’avversario, trovando il giusto equilibrio e combinando insieme fluidità, velocità, potenza ed espressione;

SANDA: è il combattimento libero con finalità puramente sportive.

 

«Nella mia filosofia non esiste uno stile più efficace di un altro, ma credo che in ogni stile ci sia qualcosa di valido da apprendere.

Le Arti Marziali sono come la scienza, si cerca sempre il meglio, ovvero studiare e lavorare su ciò che funziona realmente. 

Questo per me è il vero Kung fu.»

M° Antonio Sori

Esibizione di forme e tecniche di kung fu Interstile Lam Pak Sanda del Maestro Alessandro Sori e del Siyen Steven Ariel Continanza.